Caricamento Google Maps.......attendere
Ulassai

Comune di Ulassai

Indirizzo: via Garibaldi 41 08040 Ulassai (OG)
Telefono: 0782.79123
Sito web:
http://www.comune.ulassai.og.it/
Email: turismo@comunediulassai.it


Altitudine: 775 m s.l.m
Abitanti: 1465, ulassesi

Sindaco: Gianluigi Serra

Ulassai

Ulassai è un piccolo centro ogliastrino, abbarbicato sulle pendici del massiccio calcareo di “S’Assa Bella”, a 750 m sul livello del mare. Esso è facilmente raggiungibile da Cagliari in un’ora e mezza d’auto attraverso la S.S. 125, e dista appena 30 minuti dal porto di Tortoli-Arbatax.
L’economia del paese si basa sulla Silvicoltura, sul turismo, sul piccolo artigianato e sulla pastorizia.
E' presente la cooperativa al femminile più longeva di tutta la Sardegna, la cooperativa tessile “Su Marmuri”, composta esclusivamente da donne.
Grande rilievo per l’economia del paese riveste il Parco Eolico, gestito dalla società Sardaeolica, situato a qualche km dal centro abitato è divenuto anch'esso meta turistico/didattica.
Il paese dispone di svariate attrazioni turistiche: le grotte, i nuraghi sparsi per i 122,11 km2 di terreno comunale; una località campestre, denominata S. Barbara, dov’è presente la cascata “Lequarci” che il quotidiano “La Stampa” nell’agosto 2014 inserì tra le 10 più suggestive d’Italia.
Grande importanza, negli ultimi anni, stanno assumendo due attività: il free climbing, sport praticabile, in libertà, sulle pareti rocciose che circondano il centro abitato; e il trekking da svolgersi nei vari sentieri disseminati lungo i boschi che fanno da cornice al borgo. Per la gestione di questa attività è nata una cooperativa, dal nome “Sardinia E-motion”, che si occupa di accompagnare i turisti in percorsi sia a piedi che in bici elettriche.

Un po' di storia

Il primo documento del paese, col nome di Ulazzai, risulta datato al 1217, successivamentee lo si ritrova con i nomi di Ulusai e poi Ulassa. Alcuni studiosi antichi, ritengono che il nome derivi dal fenicio alaz che significa luogo caldo, secondo altri dal latino gula-assa cioè gola tra le rocce.
Nel vasto territorio comunale sono presenti diversi insediamenti nuragici, come il caso dei nuraghi di S'Ulimu, Seddurrulu, insieme a un abitato di origine nuragica ormai distrutto, "Lessei", ancora abitato nel 1350 e pagante i diritti feudali alla Barbagia di Seulo.
Tanti sono i passaggi storici del paese di Ulassai, a partire dal periodo medievale, prima facente parte del giudicato di Calari, poi nel 1258 parte del giudicato di Gallura; possedimento della repubblica di Pisa 30 anni dopo.
Nel 1325 sotto agli aragonesi, che concessero Ulassai, insieme agli altri comuni ogliastrini, al conte Berengario Carroz di Quirra. In questo periodo, durante una guerra fra il Regno di Sardegna e gli arborensi, passò anche al giudicato di Arborea.
Nel 1502 con i Carroz, dal 1600 fino al 1840 sotto il marchesato di Quirra, quando il paese di Ulassai venne riscattato nuovamente come curatoria d'Ogliastra.
Il paese e in generale l'Ogliastra intera, sino alla fine dell'Ottocento, non erano collegati da nessuna infrastruttura viaria con il resto della Sardegna, solo nel 1893 attraverso un nuovo tracciato ferroviario ebbe il collegamento con Cagliari.

Condividi

In questa regione

Associazione Nazionale Città delle Grotte

Sede legale: Piazza Municipio 5,66018 Taranta Peligna (Ch)
Tel. / Fax : 0872 91 01 18 - Em@il: info@cittadellegrotte.it
Segreteria e Comunicazione:
Tel. 0863 19 40 278 - Fax: 0863 74 31 178 - Mobile: 3938950836
Em@il: ufficiostampa@cittadellegrotte.it
PEC: cittadellegrotte@pec.it

Il sito dell' Associazione Nazionale CittÓ delle Grotte Ŕ un progetto realizzato da Internet Soluzioni S.r.l. con la piattaforma ISWEB - Content Management Framework